Copyright © 2008 Renzopizza
pizzeria Il Caminetto
apertura locale
Aperto tutto l'anno

dalle 19.00 alle 23.00
chiuso
martedì e mercoledì

Via S. Sebastiano, 162

Bardino Nuovo
Tovo S.Giacomo (SV)
come raggiungerci

PER INFORMAZIONI
Telefono: 019 648152
info@renzopizza.it


apertura locale

 

     

 

 

chi siamo

RENZO E GIANNA

chi siamo
RENZO

Renzo

pronunciata è la sentenza dalla cappa del camino,
grida ancor la sua innocenza un ometto di bardino.
e rivede il suo passato, quando nacque a Mondovì
e a Borghetto fu portato a tre anni o giù di lì.
quando andava all'avviamento, una scuola eccezionale,
per gli scherzi era un tormento come fosse carnevale.
e se c'eran le ragazze, era un gallo nel pollaio,
le faceva venir pazze tutte quante,non un paio...!
poi, a Roma,militare, continuava le conquiste:
i "CARRISTI" ci san fare, ma si prendon certe sviste...!
un bel giorno, una Giovanna disse: "voglio quel piccione",
e con fare "tutta panna" lo piegò in adorazione.
così,il nostro macellaio lasciò andare le donnine
e ripose nel solaio le sue idee più birichine.
è sportivo da poltrona; era un fan del "Gran Torino"
non gli piace Maradona; è il genoano di Bardino.
una buona qualità? ecco; è un gran lavoratore.
una dote? la bontà. e fa il padre con amore.
a sentir chi gli è vicino, egli è il re dei brontoloni.
se gli tocchi il borsellino: Paperon de' Paperoni!
non ha perso la passione per le "curve" e le donnine,
ma l'attuale situazione gliele mostran....cartoline!
kiwi, salvia, rosmarino, sono un hobby singolare;
la cantina per il vino e poi l'orto da zappare.
deve la notorietà alle pizze e alla sua griglia,
una bella attività che coinvolge la famiglia,
dove lui segretamente quando impasta "margherita",
gli ritornano alla mente, e gli fremono le dita,
quei bei tempi che "impastava" ora la "napoletana";
la "pugliese" che odorava di cipolla; la "romana",
con quel gusto d'aglio in bocca; poi la bella "capricciosa"
che elettrizza chi la tocca. "impastar": che bella cosa....!
ma si sveglia all'improvviso e si trova lì al forno,
col sudor che imperla il viso, la famiglia tutt'attorno
che gli chiede: "è pronto l'otto"?
"la salsiccia nel calzone per la bionda del diciotto!"
"e non fare confusione!" così fa, senza obiezioni, il voler di tante donne.
si, che porta i pantaloni,ma comandano le....gonne!
vuoi vederlo da vicino e accertare quanto ho detto?
devi andare su a bardino, e cenare "al caminetto".
ma la cosa non ha senso, se non dico pure il nome.
e così:ecco LORENZO, AVAGNINA, di cognome

GIANNA

Renzo

"e di, Nicola, a sun turna incinta", disse Lidia,spezzando una pagnotta.
lui la guardò, e con la giusta grinta: "speremmu u secce mas-ciu, pe' na otta."
ma come quasi sempre ti succede: aspetti il sole e piove a catinelle,
Lidia diede a Nicola il terzo erede; così, in totale,eran tre sorelle.
dopo la scuola,subito il lavoro: con la sorella a fare i pantaloni.
dalle suore, un ricamo, un ghirigoro, e impara l'arte di attaccar bottoni.
questa birbante è un tipo un pò così: quando decide di voler qualcosa,
punta dritto alla "preda" il venerdì e il sabato la vede vittoriosa.
un baldo giovin: Renzo il macellaio, fu abbindolato, cotto e poi stregato.
cravatta grigio-perla dal merciaio, non ci fu nulla da fare: fu sposato.
prima giù a Tovo, poi su a Bardino, a vender carne, fetta dopo fetta.
quando vuol dare a Renzo un bel bambino, nasce Stefania e poi Elisabetta.
intravvedendo un'impresa di famiglia, cominciano a far pizze al "caminetto".
macello e pizzeria è un parapiglia: non c'è più tempo per andare a letto.
così la pizzeria ha il sopravvento: le figlie,assieme a lei, fanno il servizio;
ma talvolta il servizio va a rilento ed è dovuto al suo solo vizio....;
"pubbliche relazioni" è un suo pallino; così intrattiene tutti i suoi clienti;
ma se un loanese siede a un tavolino,Renzo comincia a digrignare i denti...
è sempre a dieta e inciampa facilmente; è chiacchierona, curiosa e testa matta;
odia il maleducato fra la gente; scatta, s'arrabbia, ma poi pace è fatta.
che altro dire proprio non saprei, se non che è sempre piena di energia,
che la trovo simpatica, direi, e che sa stare di certo in compagnia.
siamo quasi alla fine,solo un passo: loanese, non più alta di una spanna,
viene dalla famiglia dei Picasso, ma per tutti gli amici è la Giovanna

specialità